IL PACKAGING INNOVATIVO DEL PROSECCO VILLA ERICA

IL PACKAGING INNOVATIVO DEL PROSECCO VILLA ERICA

Nella nuova etichetta una ragazza incede fra le bollicine porgendo il vino di Erica ai giovani consumatori del villaggio globale.

Fra i prodotti distribuiti da Quattroerre Group vi sono i Prosecco di Villa Erica, i nostri clienti che acquistano i vini di questo produttore resteranno stupiti quando toglieranno dal cartone le nuove bottiglie, ciò perché la casa vinicola ha cambiato il marchio e la propria identità commerciale e ora l’aspetto dei Prosecco Extra Dry, Cuvée Extra Dry e Brut Millesimato è quanto mai attuale e affascinante. Sono nuove la bottiglia, la capsula e l’etichetta, nella quale spicca la silhouette di Erica che incede a passo di danza nella delicata trasparenza dorata del vino. 

Erica è un Italian Tribe Wine.

Villa Erica ha iniziato un ciclo di comunicazione volto a creare un dialogo diretto con il target che maggiormente apprezza i suoi vini, ossia i consumatori giovani ed esigenti. Il progetto di rebranding è stato affidato a Mete Comunicazione e Design il cui direttore artistico Sergio Arioli così spiega le motivazioni del nuovo marchio: “Abbiamo disegnato ragazza tatuata che evoca sia riti agresti dell’antichità classica e sia danze tribal metropolitane, è un simbolo del rapporto dialettico fra il passato e il futuro della produzione enoica italiana, un’icona senza tempo volta al gusto delle nuove generazioni del villaggio globale. Il design sensuale aggiunge una nota di piacere estetico al gusto del Prosecco”.

Erica è un vino festoso.

La migliore presentazione di questi spumanti, già apprezzati in Italia e che trovano estimatori in Estremo Oriente e in America, è scritta nel sito di Villa Erica: “I nostri vini conquistano i sensi con fresche e delicate note di frutta e fiori ed hanno un gusto festoso, perfetto per la convivialità allegra e spensierata”. La sensualità del marchio aggiunge una nota di piacere estetico al gusto del Prosecco.